La mela tra il sacro e il profano

La mela tra il sacro e il profano

La mela tra il sacro e il profano

La mela tra il sacro e il profano

La mitologia dice che la mela fu creata da Dioniso, che l’aveva donata ad Afrodite dea dell’amore.
Per la religione celtica la mela era invece simbolo della trasmissione dei saperi.
La fioritura dei meli simboleggiava la bellezza femminile.
Nella vecchia Europa la mela dell’albero della conoscenza del bene e del male, è simbolo della tentazione e del peccato originale.
Il simbolismo sacro e le proprietà taumaturgiche diventano un ponte tra il naturale e il soprannaturale.
Sabatino degli Arienti (1400) fa dire a Messer Lippo:

Un’altra volta lassa stare le fructe de li miei pari e mangia de le tue, che sono le rape, gli agli, porri, cepolle e le scalogne col pan de sorgo”.

[Si rimprovera un contadino per aver rubato un frutto riservato a chi rivestiva una posizione di superiorità]

Blog di Graziella Picchi del 2013

No comments.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *